Diplomato in regia presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma; Docente di “Regia-Cinema Documentario” presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma dal 1977 al 1997. Nel 1958 il suo mediometraggio Magia Lucana, realizzato con la supervisione dell’antropologo Ernesto de Martino, vince il premio come miglior documentario nella 19ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Nel 1968 il mediometraggio La tana viene selezionato al Festival di Cannes.

Nel 1975, con Il tempo dell’inizio, il suo primo lungometraggio di fiction, vince il Nastro d’argento come miglior regista esordiente. Continua con diverse regie tra cui, recentemente, il docufilm “Carlo Gesualdo da Venosa” girato in parte in Irpinia.

“Tradizioni, rituali e racconto cinematografico”

L’incontro con il Maestro di Gianni cercherà di raccontare l’acquisto di una sensibilità cinematografica: l’immagine che guida la mente del regista.

Il rapporto del cinema con Ernesto de Martino.

“Il Demonio” di Brunello Rondi. Analisi di un’esperienza magico-religiosa.

Esperienze in campo documentaristico e in campo finzione. Proiezione di spezzoni.

Suggerimenti su tecniche per avvicinarsi alla realizzazione di un racconto filmico.

L’uso del mezzo. Pellicola e digitale: differenze, vizi e virtù. Suggerimenti sulla base delle esperienze personali per girare efficacemente con il digitale.

Il pensiero del regista prima delle riprese e la relazione con i propri collaboratori.

Accenni sulle teorie e sulla storia del cinema: la sceneggiatura “di ferro” e i movimenti cinematografici.

adminLuigi Di Gianni – Tradizioni, rituali e racconto cinematografico